La luce è un elemento che, al giorno d’oggi, risulta essere essenziale visto che le diverse apparecchiature presenti in casa difficilmente funzionano se non è presente la corrente elettrica.
In questo caso si parla di voltura: ecco i diversi casi e come procedere di volta in volta.

La voltura per la riattivazione

Quando si cambia il gestore energetico oppure ci si trasferisce in una casa nella quale il contattore è stato disattivato, come primo procedimento è necessario cercare di affrontare la procedura di voltura della corrente elettrica.
Questa consiste semplicemente nel riattivare il contattore che, per ragioni differenti, potrebbe essere stato disattivato dai precedenti inquilini oppure dagli stessi.
Questo accade anche quando, una persona, deve trasferirsi per un determinato periodo in una nuova casa: per evitare costi eccessivi si decide di scollegare il contattore per poter evitare di dover pagare le tasse che gravano su tale servizio, anche se la luce non viene accesa.
Pertanto, per poter portare al temine in maniera corretta tale operazione sarà necessario sfruttare alcuni documenti che permettono la riattivazione del contattore.
In particolar modo occorrono:

.codice POD;
.via dell’abitazione;
.documenti di chi deve abitare in quella casa.

Un tris di documenti che dovranno essere spediti tramite fax, oppure raccomandata o ancora per via telefonica alla compagnia dell’energia elettrica che deve fornire tale tipologia di servizio al suo cliente, senza che vi possano essere errori.
Occorre prestare la massima attenzione nel momento in cui si deve svolgere tale operazione visto che, in caso di errore, si potrebbe rischiare di non poter usufruire del servizio.
Per quanto riguarda i costi, questi dipendono ovviamente dalla compagnia che offre questo particolare tipo di servizio e generalmente si parla dai trenta fino ai cinquanta euro, con tanto di variazione.

Voltura su accollo e senza

Esistono anche altre due tipologie di volture che potranno essere effettuate.
La prima di esse prende il nome di voltura con accollo e rappresenta quel tipo di procedimento che deve essere svolto nel momento in cui, quel contattore, deve cambiare intestatario e non deve essere riattivato.
Questa operazione potrà essere svolta in due occasioni particolari, ovvero:

.quando il precedente intestatario è un familiare che ha persona la vita e quindi non può ricevere le bollette della luce a suo nome;
.quando avviene il cambio di residenza, ovvero il precedente cliente si trasferisce lasciando la sua abitazione ad uno nuovo.

In entrambi i casi, questo particolare tipo di voltura per l’ energia elettrica rappresenta una sorta di successione, visto che vi è una figura che esce ed una nuova che invece subentra.
Per poter sfruttare questo particolare tipo di procedura, che risulta essere meno costosa rispetto alla precedente che consiste nella riattivazione vera e propria, occorrono dei documenti molto importanti, i quali sono:

.il codice POD di quell’abitazione;
.la via della casa;
.i documenti personali del nuovo intestatario della bolletta della luce.

Si tratta quindi di una procedura semplice che potrà essere svolta nelle maniere prima indicate, ovvero sarà necessario effettuare l’invio di questi documenti direttamente alla compagnia che fornisce il servizio dell’energia elettrica.

Ma cosa si intende per voltura senza accollo?

Esso è un procedimento molto simile che però avviene in modo differente.
In questo caso non vi è una successione e potrà essere effettuata la voltura anche se, il cliente nuovo, decide di cambiare gestore dell’energia elettrica.
Se nel primo caso era necessario mantenere la sottoscrizione col precedente gestore, senza accollo vi è la libertà di poter scegliere il gestore che risulta essere maggiormente di proprio gradimento, senza che vi possano essere dei limiti di ogni genere che fungono da vincolo che non può essere sciolto.
Anche in questo caso risulta essere necessario cercare di procurarsi tutti i documenti che risultano essere necessari per svolgere tale tipologia di operazione.
Essi sono quelli che contraddistinguono le altre procedure e quindi il codice POD, documenti del nuovo intestatario ed anche il documento di residenza che riporti la via dove si trova l’abitazione, risultano essere dei documenti che non devono essere assolutamente assenti e che permettono di svolgere tale tipologia di operazione senza commettere nemmeno un errore.
Sarà quindi possibile poter attivare la luce in casa propria senza che vi possano essere problemi ricordandosi ovviamente che, tutti i documenti, devono essere validi, ovvero non devono essere scaduti.
Ma come scegliere il nuovo gestore dell’energia elettrica alla quale affidare la propria fiducia contando che ogni compagnia prevede dei costi di voltura che risultano essere differenti tra di loro?

La soluzione per una buona voltura

Se effettuare la voltura non è un tipo d’operazione che richiede grossi sacrifici che potrebbero essere visti come impossibili, poter riuscire a trovare la compagnia dell’energia elettrica che offre un ottimo prodotto che permette di risparmiare potrebbe essere vista come operazione maggiormente complessa che deve essere affrontata con grande attenzione.
Per evitare fatiche da titani e perdite di tempo che sono poco piacevoli, è consigliato utilizzare un sito web che permette di conoscere quelle che sono le compagnie che offrono un tipo di offerta veramente piacevole ed in grado di evitare che, le spese, possano essere veramente elevate e poco piacevoli da sostenere.
In particolar modo occorre sfruttare il sito web di Compara Semplice, che permette di poter ottenere una vasta gamma di dati che permetteranno a loro volta di poter effettuare una scelta che sia piacevole sotto ogni aspetto.
Il sito web permette di poter trovare quella compagnia che propone una voltura ed un costo di sottoscrizione e pagamento del consumo che sono piacevoli e soprattutto che non hanno un grosso impatto negativo sulle proprie economie.
Usare il sito web del comparatore risulta essere semplice: si parte ovviamente col scegliere il tipo di città nel quale si trova la nuova casa o edificio lavorativo.
Questo in quanto, la voltura, deve essere effettuata anche dalle aziende che devono cambiare sede.
Sarà importante puntare quindi su questo sito visto che, la tabella che viene creata, possiede tutti i diversi dati che saranno in grado di garantire una scelta precisa e perfetta come poche volte accade.
Una volta che si inseriscono i dati iniziali e si specifica che bisogna allacciarsi alla rete energetica, il sito mette in risalto tutti i vari dati delle compagnie elettriche e nello specifico permette di conoscere:

.costo voltura;
.costo della promozione;
.costo del consumo a KW orari;
.sconti attivi sulla promozione;
.durata della stessa;
.aspetti aggiuntivi che contraddistinguono quel tipo di servizio offerto dalla compagnia.

Sarà possibile poter analizzare con attenzione ogni singolo dettaglio che riguarda appunto la compagnia che fornisce tale servizio senza commettere nemmeno un errore, dettaglio che non si deve sottovalutare.
In brevissimo tempo si potrà ottenere un risultato perfetto per davvero visto che, questo sito web, permette di trovare tutte le diverse compagnie senza che vi possano essere perdite di tempo ed errori che complicano la propria decisione finale.

 

Come attivare, risparmiando, la luce in casa propria

Post navigation


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close